Per offrirti il miglior servizio possibile Deseos utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. Autorizzo ×

Menu

Scorci bresciani

Brescia, Franciacorta, lago d’Iseo e lago di Garda. Arte, enogastronomia e incantevoli paesaggi lacustri.

Primo giorno Franciacorta e Lago di Iseo

Dopo la prima colazione, partenza per la rinomata zona vinicola di Franciacorta. Consigliamo di raggiungere la Franciacorta percorrendo strade di campagna da cui spuntano Borghi antichi godendo dell’ incantevole panorama e scoprire il territorio facendo piccole soste e camminare tra dedali di vie medievali, castelli, ville e corti.
Da non perdere la visita all’antichissimo Monastero di San Pietro in Lamosa (sec XII - epoca romanica) e alla adiacente Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino sulla sponda meridionale del Lago d’Iseo (particolare ambiente, habitat di numerose specie di vegetazione, avifauna e fauna ittica, riserva naturale dal 1983, un'oasi naturalistica tra le più importanti d'Europa, specchi d'acqua poco profonda, lasciati dal ritiro di un ghiacciaio).
Arrivo in una cantina per la visita, con spiegazione del territorio e dei metodi di vinificazione e degustazione dei vini DOC e DOCG e prodotti tipici locali. Pranzo tipico in locanda tipica noi convenzionata.

Nel pomeriggio, a coloro che amano shopping e arte, consigliamo di vistare la cittadina di Iseo, il centro lacustre più importante dell’omonimo lago in cui fanno bella mostra di sé negozi in cui fare una pausa sul lungolago e nelle piazze. Non può mancare una visita al Castello Olofredi e alla Pieve di S.Andrea. Dal porto possibilità di escursione sul lago. Meta di sosta la frazione di Clusane, tipico borgo di pescatori rinomato per la cucina a base di pesce di lago. In estate ha inizio con la sagra delle aole in Giugno e raggiunge il suo apice nel mese di luglio con la Settimana della tinca al forno con polenta. Proseguendo lungo la costa in direzione Valle Camonica incontrerete i paesi di Sulzano, Sale Marasino, Marone e percorrendo la strada che da Marone porta a Zone, ai piedi del monte Guglielmo, segnaliamo in frazione Cislano la Riserva Naturale delle Piramidi di Erosione, rarissimo fenomeno naturale. Ultimo paese sulla sponda bresciana, punto estremo del lago e porta di accesso alla Valle Camonica, Pisogne. In alternativa si può visitare Monte Isola, l’isola lacustre più grande d’Europa, raggiungibile con il traghetto da Sulzano (3 min.r) o da Iseo (15 min.).
Visitabile a piedi, in bicicletta o con i minibus comunali, vietata ai non residenti la circolazione in motorino ed auto. Situata al centro del lago d’Iseo, il suo nome dice molto, è un'isola e anche un monte. Qui si producono reti speciali, le quali partono in ogni direzione nel mondo. Tappa principale della gita è il caratteristico Monastero della Madonna della Cerinola, del sec. XIII, situato alla sommità dell’isola permette un’eccezionale vista dell’intero lago e monti circostanti (mt.475, frazione di Cure). Altro punto di interesse è il Castello Oldofredi (XIV secolo), sorge sullo sperone Rocca Martinengo edificato dagli Oldofredi. A pochi passi dietro il castello è stata costruita una zona pic-nic. Rientro in serata. Cena e pernottamento con colazione in camera in una meravigliosa locanda categoria lusso in Franciacorta, o in hotel 3 stelle della zona.

Secondo giorno Lago di Garda

Dopo la prima colazione, partenza per il lago di Garda. Si raggiunge Sirmione distesa su una penisola, in splendida posizione, ricca di tesori d'arte e storia, la cittadina offre un'atmosfera romantica fatta di vicoli, vecchie mura e piazzette. Le sue acque termali sono famose fin dall'antichità.
Una piacevole passeggiata tra gli ulivi raggiunge le suggestive rovine della grandiosa villa romana conosciuta come le Grotte di Catullo e il Museo Archeologico (87-54 a.C.), dedicate al poeta che qui trascorse parte della sua vita. Alle porte dell’antico borgo si trovano torri, mura e cortili che compongono la Rocca Scaligera a guardia del lago (XIII secolo). Sirmione offre negozi di tutti i tipi per lo shopping e numerosi locali per una pausa guardando il lago.
Nelle vicinanze, la famosa Torre di S.Martino della Battaglia e l’adiacente Museo Storico ricordo della seconda guerra di indipendenza (24 giugno 1859). Sempre nel basso lago, ci si può recare alla Rocca di Lonato, splendida dimora del Senatore Ugo da Como (prenotazione obbligatoria) che custodisce un'importante biblioteca ricca di preziosi incunaboli, codici e manoscritti miniati. Sempre a Lonato da pochi anni è stata ritrovata una fornace romana risalente al I-II secolo d.C.. Desenzano, con il caratteristico porto vecchio che penetra in città, è al centro di un golfo circondato da colline, offre itinerari culturali e shopping. Importante stazione balneare e centro velico, la cittadina conserva le tracce del suo ricco passato con i resti di una villa romana, il castello altomedievale, i vicoli, il Duomo con una pala del Tiepolo.
Dal porto possibilità di gite e escursione sul lago con mezzi di navigazione (info). Proseguendo verso nord, gli amanti della natura, gli appassionati della bicicletta, ma anche i golosi non devono perdersi la Valtenesi, terra di vigneti e uliveti che si estende tra i golfi di Padenghe e Salò. In base alla zona che vorrete visitare sceglieremo per voi una cantina dove degustare i vini DOC e DOCG gardesani (Groppello e Chiaretto) accompagnati da prodotti tipici, passeggiando tra i vigneti, ascoltando la spiegazione dei metodi di vinificazione e le caratteristiche del territorio. Pregiato anche l'olio di oliva. Padenghe, Moniga, Manerba, S.Felice, Puegnago, Polpenazze e Soiano sono i comuni che la compongono e ognuno può divenire meta di visita con i loro antichi castelli e pievi romaniche. A Soiano inoltre trovi uno dei migliori campi da golf europei, recentemente sede degli Open d’Italia.La Rocca di Manrba abbina l'interesse archeologico a quello paesaggistico.

Rientro in serata, cena e pernottamento in hotel 3* della zona. Terzo giorno L'alto Garda. L'arte e la storia sono invece il filo conduttore per una passeggiata a Salò, capoluogo della Magnifica Patria che riuniva tutti i centri della riviera del Garda bresciano fino alla dominazione veneta. La cittadina conserva un intimo centro storico con palazzi signorili. Elegante e ricca di occasioni di shopping, Salò va fiera dello spettacolare Duomo costruito nel XV sec. in stile tardo gotico. Da non perdere i concerti dell'Estate musicale, ma anche un assaggio di cioccolatini al cedro. Ancora più a Nord, il fascino d'altri tempi è la caratteristica di Gardone Riviera centro benessere rinomato e conosciuto in tutto il mondo per il Vittorilae degli Italiani, casa di Gabriele D’Annunzio. La dimora è uno straordinario complesso di edifici circondati da un grande parco con un'interessante stagione estiva di spettacoli.
I giardini di Gardone offrono variopinte e profumate decorazioni vegetali a ville ed alberghi, un esempio spettacolare sono i giardini della Fondazione André Heller che raccolgono 2000 varietà di piante tra percorsi con statue e inattese installazioni artistiche. Proseguendo il nostro itinerario arriviamo a Gargnano con le frazioni di Villa e Bogliaco si ritaglia uno spazio fuori dal traffico e propone una vacanza dedicata alla vela (sede del consorzio +39 partecipante alla America’s Cup di Valencia 2007), ma anche alla quiete ed al relax.
In Settembre è la Centomiglia, la più importante regata velica in acque interne d'Europa. Scenografici i giardini di Villa Bettoni Cazzago, villa di delizie, da alcuni anni sede, in primavera, di una bella rassegna florovivaistica. Costeggiando il lago si incontrano le montagne del Parco dell'Alto Garda bresciano. Qui è la natura il filo conduttore con gli spettacolari panorami (terrazza del brivido) che si possono godere da Tignale e Tremosine. Antiche case e soleggiate terrazze strade scavate nella roccia e sentieri si aprono agli appassionati di trekking, di mountain bike e di equitazione. Rifugi e bivacchi, sono numerosi nel territorio del Parco. Sul Monte Spino a 1165 m. è situato l'osservatorio ornitologico. L'area Wilderness Val di Vesta è un suggestivo fiordo creato dal lago artificiale di Valvestino dalla flora di grande rilievo. Proseguendo il litorale incontriamo il paesino di Limone, piccolo e arroccato sulla collina fronte lago. Ultimo paese della sponda bresciana del Lago di Garda grazie e al clima gradevole anche d’inverno si coltivano cedri e limoni. Le limonaie caratterizzano il paesaggio con la loro architettura a terrazzamenti. Rientro in serata. Il pacchetto include: visita e degustazione in una cantina, 2 pranzi, 2 cene e 2 pernottamenti con prime colazioni in hotel 3 stelle. 

Possibilità di prolungare il soggiorno per approfondire la visita della zona Franciacorta e il lago d’Iseo o Gardesana.

Quotazioni e programmi personalizzati su richiesta

Chiedi Informazioni